Sardegna e la Costa Smeralda

Una eredità architettonica

Situata più vicino all’Africa che all’Italia come la seconda isola più grande del Mediterraneo, le acque turchesi e le spiagge bianche fanno quasi invidia a quelle dei Caraibi.

La porzione di costa a nord-est della Sardegna, che viene chiamata Costa Smeralda, è una destinazione di vacanza romantica, famosa per i suoi paesaggi di acque trasparenti, le sue lussuose ville pied dans l’eau e un lifestyle affascinante.

Quando il principe Aga Khan trasformò la Costa Smeralda della Sardegna in un paradiso di vacanza per i ricchi negli anni ’60, non solo divenne un posto esclusivo per gli uomini di affari e i politici, ma gettò anche le basi for una rivoluzione culturale più grande che comportò l’arrivo di personaggi creativi nei campi dell’arte e dell’architettura.

Grazie al suo ruolo some uno dei più potenti patron dell’architettura e della salvaguardia storica, il principe attrasse famosi imprenditori, architetti, artisti e investitori da tutto il mondo che contribuirono a trasformare i 5000 ettari di terra selvaggia in una delle più prestigiose ed esclusive mete nel Mediterraneo.

Secondo la volontà del principe, gli sviluppi immobiliari sarebbero dovuti essere in armonia con il paesaggio circostante ed essere facilmente accessibile: a partire dal 1964, l’aereoporto di Olbia ( rinnovato ed espanso più tardi) divenne la base per la linea aerea privata Alisarda (ora Meridiana) e fu creata la Marina di Porto Cervo per fornire 700 posti barca.

I primi villaggi, Porto Cervo inclusa, furono disegnati da architetti di fama internazionale tra cui Luigi Vietti , Jacques Couëlle e Michele Busiri Vici i quali crearono il tipico stile Mediterraneo della zona facendo uso di forme semplici, archi multipli e colori pastello, mettendo allo stesso tempo grande enfasi sull’ armonia con la natura.

Tutte le ville pied dans l’eau condividono delle caratteristiche comuni che riguardano lo stile architettonico e la scelta dei materiali ma ciascuna di esse si erge come un monumento a sé stante.

La Sardegna è diventata così una meta sicura per coloro che cercano la bellezza dei suoi paesaggi ma vogliono anche sostenere e in un certo modo ereditare il suo patrimonio architettonico – che non ha simili in nessun’altra parte del mondo.


Visualizza le ville pied dans l’eau in vendita in Sardegna

­